Blog Post

Ultime News
15 settembre 2015

Slayer: Il video di “Repentless” accusato di Satanismo dai fondamentalisti Cristiani

Ancora una volta, la comunità cristiana di internet ha preso posizione contro quelle che loro definiscono “influenze sataniche nella musica metal e rock”. Nella fattispecie, il teorico canadese Mario Emery-Paul Brisson, proprietario del canale youtube “The Vigilant Christian” (che vanta ben 260000 followers!), ha dissezionato l’ultimo video degli Slayer, “Repentless”, in una clip di ben 12 minuti.

 “The Vigliant Christian” riporta riguardo “Repentless”: “Questo è puro satanismo, immondizia malvagia. Sono una metal band di stampo satanico e usano costantemente simboli satanici. Ora, la maggior parte dei loro fan hanno subito un lavaggio del cervello pensando che tutto questo è solo divertimento, niente più che arte, e ha fatto diventare il satanismo qualcosa di “figo”. Non hanno idea che dietro di tutto questo ci sia una realtà spirituale.”

 Continua: “Gli angeli caduti sono in battaglia contro Dio e stanno lavorando su questa terra per instaurare il regno dell’anticristo, un Nuovo Ordine Mondiale, un reame satanico governato da Lucifero. Ma quello che il fan del metal medio sente è solo: “No, questo  è solo divertimento. Stai esagerando“. No, non hai la minima idea della realtà spirituale che c’è  in verità; la questione è, infatti, che nella tua vita invochi spessissimo entità  demoniache.”

 “The Vigilant Christian” è un canale che guarda il mondo dalla prospettiva cristiana-evangelica. ll 27enne fondatore del canale di YouTube, oltre ad essere un fervente antisatanista (come si è  ben capito), è  anche un teorico del complotto, convinto che gli Illuminati manovrino le politiche mondiali. Nei suoi studi ha analizzato tantissimi fenomeni di cultura popolare, dalla Apple al videogioco Zelda, guardandoli (e giudicandoli!) con occhio cristiano, per poi ovviamente farli ricadere tra la spazzatura satanista.

 Nella sua ultima clip riguardante il video degli Slayer, “The Vigilant Christian” parte da un prologo che riguarda Beatles, David Bowie, Kiss e AC/DC (canticchiando anche “Highway to Hell”), e poi dedica tutto il suo fervore spirituale alla demolizione del video in accusa. E, sarà anche un caso, ma a quanto pare il giovane YouTuber si  dimenticato di informarsi sui Judas Priest, visto che ha scelto proprio la copertina del loro album “Ram it Down” per allegorizzare il ritorno di Dio sulla terra (minuto 8.09 del video).

 A proprosito di questo, Tom Araya, cantante degli Slayer, ha da poco dichiarato a NBC Latino il suo conflitto tra la sua formazione di stampo cattolico e il suo ruolo di cantante in una metal band dai chiari e dichiarati tratti anticristiani: “I miei genitori, come i genitori dei miei compagni di band, ci hanno supportato fin dall’inizio, tutti loro conoscevano i propri figli; io ho anche fatto la prima comunione.” – continua Araya: “Non potevano condividere il nostro messaggio ma lo capivano. Più avanti con gli anni ho scoperto che il mio defunto padre ha dovuto confrontarsi con alcune negatività da parte della comunità cristiana, ma non me l’ha mai detto. Vorrei che lo avesse fatto, ma ha preso un’altra decisione, e questo mi rende molto triste.”

 Tornando al nostro “eroe cristiano”, non abbiamo idea se Mario Brisson sia serio o sia un grandissimo e ingegnosissimo troll. L’unica cosa di cui gli Slayer devono ringraziare è che, da dopo la pubblicazione del suo “video-denuncia”, la nuova clip di “Repentless” ha avuto un’impennata nel numero di visualizzazioni.

Leave a Reply