Blog Post

Ultime News
19 agosto 2015
creed-reunion

Creed, Tremonti: «Reunion? Ora non ha senso»

Mark Tremonti non è sicuramente uno che se ne sta con le mani in mano. Tra Alter Bridge e progetto personale, il chitarrista si tiene parecchio impegnato e quando si parla di una reunion dei Creed afferma che la cosa non è esattamente in cima alla sua lista di priorità in questo momento. In una nuova intervista con Alternative Nation, Tremonti rivela che di recente ha però di fatto incrociato il cantante Scott Stapp e che ha fatto una bella chiacchierata con lui, ma che una reunion dei Creed non è in vista al momento.

«La mia vita è così piena in questo momento che sarebbe difficile per me fare qualsiasi altra cosa», dice Tremonti. «Abbiamo lavorato su alcuni brani (per i Creed) prima le cose si fermassero. Durante l’ultimo giro, non ci siamo trovati d’accordo a dir poco e poi abbiamo deciso per una battuta d’arresto su ogni possibilità di fare nuova musica. Avevamo già circa nove o dieci canzoni pronte. Ma semplicemente non ha senso per me però, con due nuovi dischi del progetto Tremonti, un nuovo album degli Alter Bridge e Myles impegnato in studio con Slash. Un album dei Creed comporterebbe semplicemente troppo stress».

Per quanto riguarda il suo recente incontro con Stapp, il chitarrista svela è successo per caso, mentre stava festeggiando il compleanno di sua moglie presso l’Hard Rock Hotel e la famiglia di Stapp era lì in vacanza. Racconta Tremonti: «Stavamo camminando verso la piscina e ci ha visto. Siam finiti a parlare per un’ora e mezza. Era pulito e sobrio. Era felice. La sua famiglia sembrava felice». Come ben documentato, l’ex singer dei Creed ha avuto un tracollo alla fine dello scorso anno, causato dalla droga e dalla battaglia con un disturbo bipolare.
Mark aggiunge: «Ci siamo messaggiati un po’ da allora. Credo che Wind-Up Records parli di pubblicare un cofanetto dei Creed, quindi sarà mia premura mantenere i contatti con loro per assicurarmi che sarà una cosa ben fatta».

Come detto, il chitarrista ex Creed ha tanta carne al fuoco. Nel raccontare i suoi piani infatti, spuntano fuori un tour per il progetto a suo nome fino a fine anno e l’intenzione di prendersi il tempo dovuto per radunare i compagni degli Alter Bridge e chiudersi in studio nei primi mesi del 2016 per registrare il loro prossimo album. «Ci vogliono sempre un paio di mesi tra master e pubblicazione», dice il chitarrista. «Nel frattempo Myles e io ci divideremo di nuovo per i tour di Tremonti e Slash, per poi tornare insieme, prima per un paio di settimane dedicate alla stampa e alla promozione del disco. Dopodichè taglieremo in nastri per il tour degli Alter Bridge».

Leave a Reply